lunedì 29 gennaio 2018

Come vivere felici - quarta puntata - seconda e ultima parte

La più consistente scoperta che ho fatto pochi giorni fa (...) è che non posso più perdere tempo a fare cose che non mi va di fare...

La Grande Bellezza


Talvolta ci circondiamo di cose, senza sapere esattamente la loro natura. A me, invece, interessa, da fotografa*, cogliere il momento. Leggendo alcune lettere di mia mamma o vedendo la scatola dei ricordi di un'amica, mi sembra che la "felicità" sia nascosta nelle piccole cose. Certo, il disoccupato, il malato, chi sta vivendo una tragedia mi manderebbero volentieri a quel paese, eppure ogni persona ha provato la felicità, l'appagamento, la riuscita, la serenità. In fondo, se non riusciamo a cambiare una situazione, dobbiamo semplicemente spostare il punto di vista, che non significa accontentarsi o essere degli insensati ottimisti. In rete e nella vita di tutti i giorni ci sono troppi giudici, impariamo a disinteressarci di chi ci vorrebbe dalla loro parte e sottomessi. Impariamo a conoscere i  limiti, confrontandoci con noi e con il mondo esterno, senza credere a tutto quello che ci viene raccontato. Ognuno di noi ha una vita, talvolta si lavora troppo, talvolta si è depressi, altre volte si è schiacciati, per così dire, dai doveri. Nessuno ci deve giudicare per le nostre scelte o per i nostri obblighi. Non giro esclamando: "Perché non riesci?". Ogni persona ha una storia, più o meno complicata, la mia è simile al personaggio di George Bailey. Per tutta la vita ho inseguito sogni, spedendo e realizzando progetti (per altri) e, fino a qualche anno fa, per campare lavoravo dalla mattina alla sera. E finché avevo trenta anni, oltre a lavorare (tanto): amavo, odiavo, fotografavo, realizzavo siti, comunicavo in rete, frequentavo corsi, convention, viaggiavo... Ora, prendo la vita a modo mio. Non amo parlare in pubblico, ho rifiutato un lavoro radiofonico (ho una bellissima voce, modestamente... ahahahah).
Anni fa scrissi racconti e saggi in velocità, oggi, che il tempo è meno tiranno, non ho fretta. Vado in biblioteca, per musei, leggo, osservo, ascolto e forse  il mio lavoro rimarrà incompiuto, però, diavolo se mi sono divertita!
Non tutti possono fare quello che faccio io, ad esempio, ma ognuno di noi può alleggerire il "carico" e credere nella "bellezza", quella vera.

Ho smesso di invidiare chi fa questa o quell'altra cosa, perché conosco la mia di vita, perché ho scelto, ancora una volta, la strada meno facile per raggiungere la felicità. 

Fotografa: la fotografia è un arte, non mi ritengo una fotografa, ma se sapessi scrivere, come dico io, sarei sicuramente un genio, e quindi un'artista!;)

***

La felicità è racchiusa in una gita improvvisata da Stefano, che mi ha portata a vedere la neve.





La felicità è nell'occhio di chi osserva

... è una coperta di nuvole...



è un istante



passato



La felicità è nella natura, nella sua bellezza. Tra i ricami della sua "tragedia"



La felicità oggi è nel fotografare, con il nuovo obbiettivo, animali che prima non riuscivo a "cogliere", e soprattutto, grazie a Stefano, saper riconoscere qualche albero in più, qualche piante in più e qualche volatile in più...



La felicità si nasconde nei piccoli grandi progetti.

E con i cartoni di carta igienica si possono fare dei contenitori, dei vasetti, e quindi far nascere altre piante e altre storie. Da raccontare.



La felicità è nella "nascita"



Continua...

giovedì 25 gennaio 2018

Come vivere felici - terza puntata - prima parte

Questo post sarà praticamente documentato con le mie foto. Non ci saranno tante parole e spiegazioni. Vivo in una casa vecchia, circondata da: ricordi/oggetti vintage, vecchi, antichi e moderni. Alcune cose, molte, sono di famiglia, altre acquistate sui mercatini. Il tema è sempre lo stesso "le piccole cose".


Ogni oggetto racchiude una storia, è illuminato! (sono animista, portate pazienza)


Le fotografie non sono state scattate con l'intento di mostrare, ma è un gioco sugli oggetti che ci circondano, e quindi non c'è nulla di artistico (se così si può dire) in quello che vedrete, anzi le foto sono senza cornicetta e semplicemente firmate. Sarebbe bello che qualcuno postasse qualcosa di quotidiano sul proprio spazio/social, in fondo ogni persona ha una storia da raccontare.


"Non sempre cambiare equivale a migliorare, ma per migliorare bisogna cambiare."

Churchil


"L'unica costante della mia vita è il cambiamento."

Buddha

Prima revisione del saggio - non ancora finito

La quotidianità

presente e passato - mi scuso per la polvere -









































IO
***

Il mio spazio "HYGGE"





Il barattolo dei bei ricordi...
E ovviamente... continua...