lunedì 29 gennaio 2018

Come vivere felici - quarta puntata - seconda e ultima parte

La più consistente scoperta che ho fatto pochi giorni fa (...) è che non posso più perdere tempo a fare cose che non mi va di fare...

La Grande Bellezza


Talvolta ci circondiamo di cose, senza sapere esattamente la loro natura. A me, invece, interessa, da fotografa*, cogliere il momento. Leggendo alcune lettere di mia mamma o vedendo la scatola dei ricordi di un'amica, mi sembra che la "felicità" sia nascosta nelle piccole cose. Certo, il disoccupato, il malato, chi sta vivendo una tragedia mi manderebbero volentieri a quel paese, eppure ogni persona ha provato la felicità, l'appagamento, la riuscita, la serenità. In fondo, se non riusciamo a cambiare una situazione, dobbiamo semplicemente spostare il punto di vista, che non significa accontentarsi o essere degli insensati ottimisti. In rete e nella vita di tutti i giorni ci sono troppi giudici, impariamo a disinteressarci di chi ci vorrebbe dalla loro parte e sottomessi. Impariamo a conoscere i  limiti, confrontandoci con noi e con il mondo esterno, senza credere a tutto quello che ci viene raccontato. Ognuno di noi ha una vita, talvolta si lavora troppo, talvolta si è depressi, altre volte si è schiacciati, per così dire, dai doveri. Nessuno ci deve giudicare per le nostre scelte o per i nostri obblighi. Non giro esclamando: "Perché non riesci?". Ogni persona ha una storia, più o meno complicata, la mia è simile al personaggio di George Bailey. Per tutta la vita ho inseguito sogni, spedendo e realizzando progetti (per altri) e, fino a qualche anno fa, per campare lavoravo dalla mattina alla sera. E finché avevo trenta anni, oltre a lavorare (tanto): amavo, odiavo, fotografavo, realizzavo siti, comunicavo in rete, frequentavo corsi, convention, viaggiavo... Ora, prendo la vita a modo mio. Non amo parlare in pubblico, ho rifiutato un lavoro radiofonico (ho una bellissima voce, modestamente... ahahahah).
Anni fa scrissi racconti e saggi in velocità, oggi, che il tempo è meno tiranno, non ho fretta. Vado in biblioteca, per musei, leggo, osservo, ascolto e forse  il mio lavoro rimarrà incompiuto, però, diavolo se mi sono divertita!
Non tutti possono fare quello che faccio io, ad esempio, ma ognuno di noi può alleggerire il "carico" e credere nella "bellezza", quella vera.

Ho smesso di invidiare chi fa questa o quell'altra cosa, perché conosco la mia di vita, perché ho scelto, ancora una volta, la strada meno facile per raggiungere la felicità. 

Fotografa: la fotografia è un arte, non mi ritengo una fotografa, ma se sapessi scrivere, come dico io, sarei sicuramente un genio, e quindi un'artista!;)

***

La felicità è racchiusa in una gita improvvisata da Stefano, che mi ha portata a vedere la neve.





La felicità è nell'occhio di chi osserva

... è una coperta di nuvole...



è un istante



passato



La felicità è nella natura, nella sua bellezza. Tra i ricami della sua "tragedia"



La felicità oggi è nel fotografare, con il nuovo obbiettivo, animali che prima non riuscivo a "cogliere", e soprattutto, grazie a Stefano, saper riconoscere qualche albero in più, qualche piante in più e qualche volatile in più...



La felicità si nasconde nei piccoli grandi progetti.

E con i cartoni di carta igienica si possono fare dei contenitori, dei vasetti, e quindi far nascere altre piante e altre storie. Da raccontare.



La felicità è nella "nascita"



Continua...

13 commenti:

  1. Che belle foto !!La felicità è certo una bella passeggiata, tante foto, la compagnia, il contatto con la natura...Certo anche a me piacerebbe iniziare ad "alleggerire il carico" ma le cose da fare sono ancora molte però sono contenta quando riesco a fare quello che più mi piace, quando riesco ad "alleggerire il carico" anche solo di un pò e trovare tempo, e compagnia perchè son sempre sola, per un museo, una gita, una passeggiata, eccc... Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco benissimo, so cosa vuoi dire. Credo che tanti parlino di felicità senza sapere che in fondo è fatta di piccoli momenti, dal caffè/tisana con il/la collega o amica/o, dal regalo inaspettato, dal libro non ancora finito. Quando ci guardiamo indietro vediamo dei bei ricordi, e a ben guardare sono fatti di "momenti", può essere una mattinata, un pomeriggio, una stagione, un mese... Spesso ci scordiamo che una gita, una passeggiata fanno parte della felicità. Naturalmente parlo in generale. A presto.

      Elimina
  2. purtroppo sono in una fase in cui non mi va bene niente... ma vabbè... passerà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS ho fatto un giro veloce nel tuo blog e mi piace molto...mi sono aggiunta ai tuoi lettori fissi

      Elimina
  3. La frase all'inizio esprime il senso del mio Anno Sabbatico. ;)
    Purtroppo spesso ci sentiamo quasi tirate per le orecchie perchè se non fai, o non progetti,o non partecipi, o non lavori ecc... non sei ok per qualcuno o per molti. Ma sono d'accordo con te: bisogna disinteressarsi di chi ci vuole in un certo modo. In fondo si può essere sereni solo se sentiamo di non aver tradito se stessi.
    Sono d'accordo che la felicità è un momento, si può essere sereni, in pace, consapevoli ecc... ma non propriamente felici tutto il tempo. E adoro le foto della neve!!! *.* Ma son tutte belle... e quella di Stefano che salta (è lui vero?), è la felicità di restare un pò bambini dentro. Sempre.
    :****

    RispondiElimina
  4. Che foto stupende!

    Dalle mie parti c'erano gheppi o grillai (sono molto simili e non li ho mai distinti) ma da quando si sono stabilite delle cornacchie, non nidificano più in zona. :(

    RispondiElimina
  5. Ma che immagini suggestive.
    sinforosa

    RispondiElimina
  6. Ho letto il post, è molto interessante, scrivi cose giuste.
    Sono bellissime anche le foto che, a guardarle, hanno dato gioia anche a me. Con i rotoli della carta igienica, poi, si possono fare tante cose!!
    Un caro saluto...Maris

    RispondiElimina
  7. Che foto incantevoli, bellissime.

    RispondiElimina
  8. Ciao buongiorno! Caspiterina che foto sono incantata! Complimenti! Un abbraccio buon fine settimana!

    RispondiElimina
  9. Che bellissimo posto... sono rimasta commossa dalle tue parole e dalle tue foto...

    RispondiElimina
  10. Stupende foto *.*
    La felicità va e viene, sta a ciascuno di noi trovare qualcosa o qualcuno che ci ispiri questo sentimento. Non è solo ottenere una cosa che vogliamo o raggiungere il traguardo che ci siamo prefissati. Certo, sono grandi soddisfazioni e ci rendono molto felici, ma anche i piccoli dettagli quotidiani possono sorprenderci. Per esempio, il tramonto c'è ogni giorno, ma capita che ogni tanto lo guardo e per qualche minuto torno in pace con il mondo, con me stessa e mi dico che la vita può fare schifo a volte, eppure altre volte è bellissima.

    Scusa il papiro! Ah, ti ho ringraziata e nominata per il premio :)
    http://pusherdisogniandati.blogspot.it/2018/02/lasciatemi-cantare-ho-vinto-un-premio.html

    RispondiElimina